Blond Inside

"L'eleganza è una forma di armonia non dissimile dalla bellezza, ma se quest'ultima è assai più spesso un dono di natura, la prima è opera dell'arte" - Genevieve Antoine Dariaux

13 luglio 2006

http://feeds.pandora.com/styles/feeds/stations-buttons-gray.css" />

23 giugno 2006

Siti Blond Inside - Yoox.com

E' un sito veloce da navigare, intuitivo, vende capi di abbigliamento firmati per uomo donna e bambino di ottima qualità a prezzi competitivi, offre il reso della merce gratuito e spesso non fa pagare la spedizione della merce. Per non parlare delle promozioni e dei saldi, dove ci si può accaparrare un capo Armani o Valentino scontato fino all'80% rispetto al prezzo originale.
Ad esempio, durante i mondiali di calcio, con il codice promozionale YOOXMUNDIAL si può avere il 10% di sconto su tutti i capi nei 90' di gioco di tutte le partite dell'Italia.... come dire... speriamo che l'Italia continui a vincere : ).
La sottoscritta ha fatto ottimi affari su questo sito, rinnovando il proprio guardaroba come non si sarebbe mai potuta permettere nei negozi degli stilisti di cui ha acquistato capi ed accessori online.

Yoox.it (versione italiana di Yoox.com) è il sito preferito dalle Blond inside per gli acquisti online di abbigliamento ed accessori davvero belli e speciali. Ed anche per regali di Natale e compleanno esclusivi.

Fino a qualche anno fa c'era molto scetticismo sulle possibilità di successo degli e-store di abbigliamento: ora la tecnologia più veloce ed affidabile, il maggior uso di Internet da parte di tutti noi e la migliorata fiducia verso i commercianti su Internet, oltre alla reale convenienza di acquisto, hanno convinto anche i più scettici.

Ecco alcuni dati interessanti (almeno per me che lavoro nella comunicazione online ed appassionata all'evoluzione di Internet) trovati in rete.

L'industria italiana dell'abbigliamento è in contrazione continua dall'aprile del 2002. Solo nei primi tre mesi di quest'anno ha subito una flessione del 1,7%. Le iniziative online del settore, invece, raddoppiano il loro fatturato di anno in anno.
A dividersi questo mercato sono solo pochi pionieri che però stanno raggiungendo risultanti importanti spesso in situazione di pareggio reddituale o finanziario. Una situazione che renderà molto difficile l'accesso in questo mercato online ai futuri concorrenti che adotteranno strategie in Rete. Ogni iniziativa in Italia sembra essersi ritagliata un ambito specifico per non appesantire il rischio tecnologico con quello competitivo.

A frenare il nascere di nuove iniziative rimane soprattutto il reso: la restituzione al venditore dei beni appena acquistati da parte dei clienti.
L'abbigliamento venduto in Rete, infatti, ha la più alta percentuale di resi rispetto a qualunque altro business online. Secondo Gartner possono arrivare fino a 35% del venduto. La tendenza delle aziende di accollarsi anche i costi di trasporto nel caso in cui il prodotto sia restituito per assicurarsi la fidelizzazione dei clienti, fa sì che i costi dei resi varino, sempre secondo Gartner, tra tre a dodici dollari e rappresenteranno l'anno prossimo, secondo Bain & co., fino al 27% del fatturato.


Il reso è dovuto in primis alla questione taglie "che si aggrava in particolare quando si vendono marche diverse a Paesi diversi dato l'alto numero di combinazioni" afferma Federico Marchetti, fondatore e AD di YOOX, "abbiamo dovuto adottare una matrice Paesi-brand e chiedere ai fornitori di fornire informazioni al cliente sulla vestibilità dei singoli capi per riuscire a fare chiarezza." Scarpe e intimo i più venduti. Tra i prodotti più venduti in Rete ci sono quindi i capi di abbigliamento più standardizzati, con meno problemi di taglie e che possano rappresentare un acquisto ludico. Un fatto confermato da Federico Marchetti di Yoox che dichiara "le calzature sono i prodotti più venduti forse perché è difficile sbagliare misura o forse perché comunque si possono comprare anche per sfizio ad armadio completo e Yoox diventa quindi una slot machine di prodotti di qualità ad un prezzo ragionevole."
L'intimo è un altro settore che risponde ai requisiti del mercato online, come conferma lo stesso Marchetti "ogni tre mesi apriamo una sezione speciale dedicata all'intimo ed nel primo giorno viene venduto oltre il 35% dello stock disponibile",

La promozione è online Le spese di marketing per gli operatori del settore si sono focalizzate sulla Rete investendo online anche "i 2/3 degli investimenti in comunicazione dato che la comunicazione di Yoox si rivolge ad un'utenza che ha già familiarità con Internet ed è abituata ad effettuare acquisti on line " secondo Andrea Moretti, responsabile sito e web marketing di Yoox.

I clienti di questo mercato stanno crescendo rapidamente e sono concentrati nella fascia tra i 25 anni ed i 40 anni, per la loro capacità di spesa e la propensione alle tecnologie. Una piccola eccezione è Yoox i cui clienti sono principalmente giovani nella fascia tra i 19 ed i 29. Per tutti gli altri attori sono i trentenni a trainare le vendite.

Con milioni di visitatori mensili, i siti di abbigliamento non solo beneficiano di vendite consistenti, ma possono ricoprire un ruolo importante anche nel sondare il mercato in modo immediato. Per i produttori, infatti, ottenere dati dalle vendite tradizionali nei negozi richiede tempi lunghi, ma online con migliaia di visitatori giornalieri, si possono avere i primi dati sull'interesse verso un prodotto già dopo un giorno, per prevedere il sell-out è sufficiente una settimana. Yoox per ora lascia che siano "direttamente i fornitori ad interpretare i dati che ne risultano" spiega Federico Marchetti di Yoox. Alcuni produttori a questo scopo creano anche delle collezioni apposite per Yoox per testare prodotti innovativi.

22 giugno 2006

Personaggi Blond Inside - Sarah Jessica Parker e "Sex & the City"

Sarah Jessica Parker è la Audrey Hepburn del XXI secolo: attraente anche se non bella nel senso classico del termine (proprio come Audrey), originale nello stile, bravissima nel ruolo di Carrie in "Sex & the City". Un modello per tutte le Blond Inside.

Sarah ha saputo legare il suo nome ad una serie televisiva che più che un telefilm è il più grande fenomeno sociale su scala mondiale che abbia mai investito gli spettatori del piccolo schermo. Simbolo delle femministe, e della collettività femminile più in generale (ma anche icona della comunità gay), è un'ottima professionista che alterna da sempre l'ironia alla sobrietà e che ha saputo imporsi nel mondo dello spettacolo costruendo la sua carriera lentamente, ma con saggezza. Terza di quattro figli, Sarah fa la sua prima apparizione sullo schermo a soli 8 anni e già allora mostra a tutti che di avere un talento da vendere. Dopo aver imparato a cantare e a ballare, entra nel cast di una produzione di Broadway "The Innocents", che spingerà la sua famiglia a traslocare nella più vicina New Jersey. Ma tutto questo ancora non basta, e i genitori pensano che sia più giusto offrirle delle basi più solide, così la iscrivono all'American Ballet School e alla Professional Children's School. Con quella preparazione è pronta per affrontare un nuovo musical a Broadway: "Annie".

La sua stella inizia davvero a brillare nel 1998 grazie alla fortunata serie della HBO "Sex & the City" dove interpreterà la mitica ed indimenticabile scrittrice di Manhattan, Carrie Bradshaw, autrice di una delle più famose rubriche sulla sessualità d'America. Grazie a questo ruolo, Sarah finalmente raggiunge la meritata fama mondiale, arrivando a vincere un Golden Globe come miglior attrice nel 2000 e un Emmy Awards nel 2004.

Il ruolo di Carrie sembra essere stato scritto per lei e lei è diventa così stimata e considerata da poter inserire nel cast anche uno dei suoi migliori amici, Willie Garson, che nel telefilm sarà, guarda caso, il suo migliore amico! Diventata anche produttrice della serie (accanto a suo fratello Aaron D. Forste), arriva alla vetta come personaggio più glamour del mondo, tanto che nel 2000 viene invitata dalla rete per giovani MTV a presentare l'MTV MOVIE AWARDS e la rivista E! la inserisce come numero uno fra i personaggi più popolari del 2001.

Per saperne di più (libri):

  • Sex and the City: Kiss and Tell - di Amy Sohn (dietro le quinte della serie)
  • Sex and the City - di Candace Bushnell*

* Candace Bushnell è la vera Carrie Bradshaw: descrive con spudorata verità la vita sessuale, i vizi, i sentimenti maligni e sotterranei della high society americana e si avvale delle ricerche fatte 'sul campo' dall'autrice in prima persona. Per scrivere i suoi pezzi, la Bushnell ha fatto di tutto: ha condotto indagini sulla vita sessuale delle donne sposate, ha partecipato ai party più ambiti e si è inserita come una spia negli ambienti presi di mira.



10 marzo 2006

Libri Blond Inside - "Moda!" di Antonio Mancinelli

Antonio Mancinelli, osservatore onnivoro e curioso del fashion-system, dei suoi riti e dei suoi retroscena, è l'autore di questo anti-manuale, fatto di poche regole e molte eccezioni, zeppo di utili consigli, aneddoti divertenti, ritratti ironici.
Un testo informato e competente, scritto con leggerezza e gusto del racconto. Un percorso per addomesticare la moda e imparare a non esserne schiavi, per costruire quello stile unico e personale che ci rende 'alla moda' indipendentemente dal numero di abiti griffati, dalla taglia, dalla somiglianza con le modelle delle riviste.
Perché "...se la moda è il vestito, allora non è indispensabile, ma se la moda è un modo di percepire il nostro quotidiano, allora è molto importante. La moda è una comunicazione unica, essenziale."
Giudizio Blond Inside: 8

Libri Blond Inside - "Guida all'eleganza" di Genevieve Antoine Dariaux

Che cosa significa per una donna essere veramente elegante in ogni occasione?
Il concetto di eleganza, quindi, non può essere legato al tempo e alle mode, rifugge anzi da ogni tendenza del momento e se spesso è qualcosa di innato - come in Audrey Hepburn o in Grace Kelly - si può comunque imparare a essere eleganti.
In un'epoca invasa dal cattivo gusto, "Guida all'eleganza" è un manualetto chic, assolutamente controtendenza, che va oltre le mode e insegna come sentirsi splendide e a proprio agio in ogni occasione. Scritto con garbo, intelligenza e una buona dose di ironia.
Giudizio Blond Inside: 10